in:

Il segretario Pd ha parlato a ruota libera dei temi più importanti dell’agenda politica nazionale, dalle elezioni all’immigrazione.

Li ha toccati tutti i temi che notoriamente gli sono cari, ieri, Matteo Renzi, nella visita alla Festa dell’Unità di Ponte alto, giunta a chiusura di un tour emiliano, che lo ha visto passare anche a Bologna e Reggio Emilia e all’inaugurazione dell’azienda Sarchio di Carpi. Ad attenderlo alla festa circa 600 persone. Il motivo ufficiale della visita è stata la presentazione del libro “Avanti” con cui Renzi ha dato vita alla nuova formula stile comizio-show in cui il segretario, anche a Modena, ha mescolato opinioni e riflessioni personali a domande arrivati via sms sul monitor accanto al palco. Un intervento sostanzialmente diviso in due parti, la seconda su Ius Soli e immigrazione, nella prima Renzi ha attaccato Grillo e Berlusconi che si unisce a Salvini (Non possiamo che questi vincano le elezioni – ha detto) poi ha tirato le orecchie al Pd, in vista della campagna elettorale che condurrà alle elezioni. Sul lavoro ha parlato degli aumenti dei finanziamenti che devono arrivare per la scuola, la cultura e la sicurezza e ha rivendicato i successi del Jobs Act. Poi i complimenti del segretario Pd all’ Emilia e a Modena.

Lieve momento di empasse a Ponte Alto quando Renzi chiede alla platea “Alzi la mano chi ha ricevuto gli 80 euro” e tra i presenti si levano una trentina di mani. Poi rispondendo agli sms inviati dal pubblico anche un accenno ai manifesti affissi da Forza Nuova, dove è raffigurato uno straniero di colore che violenta una donna italiana: “Non voglio gridare al fascismo – ha detto Renzi – dobbiamo occupare lo spazio del buonsenso”.

Sull’immigrazione il segretario ha rilanciato lo ius Soli e il motto ‘aiutiamoli a casa loro’
Renzi ha chiuso scherzando sul Forza azzurri in sostegno alla nazionale di calcio per Spagna Italia in sostituzione di Forza Italia , ha fatto cenno anche all’organizzazione perfetta del Modena Park prima degli autografi al libro e della visita di rito alle cucine della festa.


Riproduzione riservata © 2017 TRC