in:

Questa sera il segretario nazionale del PD Matteo Renzi alle 19 sarà alla festa dell’Unità di Modena. E giovedì problemi al concerto

Questa sera il segretario nazionale del PD Matteo Renzi alle 19 sarà alla festa dell’Unità di Modena, a Ponte Alto, ultima tappa emiliana, dopo Bologna e Reggio. L’ex premier è atteso alle 19 al PalaConad per presentare il suo libro “Avanti”. In occasione della visita di Renzi, maxi controlli alla festa, soprattutto dopo il problema di giovedì.
Attimi di spavento, infatti, durante il concerto del gruppo Sfera Ebbasta all’Arena del Lago alla Festa de L’Unità di Ponte Alto per colpa di un tentativo di rapina con l’uso probabilmente dello spray al peperoncino.
8 giovani sono stati medicati prontamente al punto di Primo Soccorso della Croce Blu della Festa, almeno 2, una quindicenne e una diciottenne, avrebbero poi raggiunto con i genitori il Pronto Soccorso del Policlinico per accertamenti e dopo il controllo sono state dimesse. Spavento quindi, ma fortunatamente non conseguenze gravi.
Erano circa 4000 i giovani e giovanissimi, tanti accompagnati proprio dai genitori, giovedì sera al concerto appunto del gruppo Sfera Ebbasta, uno dei gruppi rap emergenti del momento. Un concerto gratuito ma, come dalle ultime disposizioni della circolare Gabrielli, con accessi controllati, cioè si contava il numero di ingressi e di uscite. Inoltre ogni persona che entrava passava per il controllo dei metal detector a paletta.
Durante il concerto nelle ultime file si accendeva un parapiglia, pare che un gruppo di ragazzi abbia iniziato a sentire bruciore agli occhi e qualche difficoltà a respirare, classici sintomi e conseguenze di quando si è colpiti da cio’ che viene spruzzato con le bombolette, evidentemente di plastica, di spray al peperoncino o di strumenti simili. In questo caso però usato non come strumento di difesa.
Pronto l’intervento dei volontari delle sicurezza della Festa presenti all’interno dell’Arena. Nella confusione l’autore, o gli autori, non sono stati individuati. Come detto paura, spavento, ma non conseguenze gravi. E nemmeno panico tra gli spettatori, il concerto è proseguito regolarmente.


Riproduzione riservata © 2017 TRC