in:

Nuova allerta dall’arpae per la nostra regione a causa delle temprature estreme. Ma da domani la situazione dovrebbe migliorare

Un’altra domenica alle prese con il caldo. Anche questo fine settimana, l’ultimo di agosto è caratterizzato dall’afa nella nostra regione. Una nuova allerta meteo, di livello giallo, è stata emessa per la giornata di oggi temperature estreme. L’ennesima in questa torrida estate, e questa volta interessa soprattutto le città e le zone pianeggianti, anche intorno a Bologna. «La persistenza di alta pressione sull’Italia con aria calda di origine africana – recita il bollettino diffuso dall’Arpae – determinano debole disagio bioclimatico sulle pianure interne della nostra regione. Tale disagio sarà più intenso ed avvertibile nei centri urbani della suddetta pianura”. La stagione calda si avvia ormai alla conclusione, e le ore di luce stanno diminuendo, quindi non si raggiungeranno gli estremi raggiunti nei primi dieci giorni di agosto, ma la temprature oggi raggiungeranno picchi superiori alla media anche per il mese di luglio. L’Arpae prevede 37 gradi in pianura, 8 sopra la norma in questo periodo dell’anno. La minima sarà invece di 25 gradi,7 in più della media climatica. Sui rilievi invece si oscillerà fra i 33 di massima e 22 di minima. Andrà meglio però nella giornata di domani, lunedì 28 agosto, quando infiltrazioni di aria più fredda sull’Italia settentrionale determineranno la possibilità di rovesci o temporali che interesseranno l’intero territorio regionale. Localmente i fenomeni potranno essere anche di forte intensità con rinforzi di vento, raffiche e fulminazioni – dice l’Arpae – Non si esclude, inoltre, la possibilità di locali grandinate. I fenomeni saranno più probabili nel corso del pomeriggio. Un più di pioggia quindi, ma non abbastanza per colmare il deficit idrico registrato in questi mesi. Le conseguenze di quella che verrà ricordata come una delle estati più calde della storia, continueranno insomma a farsi sentire


Riproduzione riservata © 2017 TRC