in:

Il modenese Mauro Morandi continuerà ad essere il custode dell’Isola di Budelli. Per lui una petizione da 18mila firme

L’ultimo Robinson Crosoe d’Europa continuerà a esistere. Stiamo parlando del 78enne modenese Mauro Morandi che potrà continuare a vivere nella sua amata Budelli, l’isola deserta dell’Arcipelago della Maddalena in Sardegna, dove si trasferì nel 1989. Un sogno che rischiava di infrangersi a causa delle ferree regole del Parco che governano una delle meraviglie del mondo: l’isola dove sorge la spiaggia rosa e dove, da 28 anni, pur non avendo alcun contratto, vive e fa il custode l’ex prof di educazione fisica modenese. Dopo l’acquisizione di Budelli da parte dello Stato, Morandi avrebbe dovuto lasciare l’isola e la sua vita da naufrago che lo rende felice, ma il novello Robinson Crusoe non si è dato per vinto e ha lanciato una petizione su web che ha raccolto oltre 18mila firme a sostegno della sua permanenza sull’isola. A scrivere il lieto fine, a questo romanzo d’avventura incredibilmente reale, è stato il comandante della Capitaneria di porto della Maddalena, Leonardo Deri. Nella sua veste di commissario straordinario del Parco ha deciso di trovare un accordo che consentirà a Morandi di restare nella sua amata isola a condizione, però, che la casa dove abita sia riportata ai volumi indicati catasto. “Sono molto soddisfatto per questa decisione – commenta Morandi – Non saprei proprio immaginarmi una vita in un condominio”.

 


Riproduzione riservata © 2017 TRC