in:

E dopo gli attentati anche a Bologna sono state riconfermate le misure di sicurezza: presidi nei punti sensibili e protezioni per le aree pedonali

Una settimana fa venivano presentate le fioriere, le barriere verdi per proteggere i T-Days. Una misura decisa da Palazzo d’Accursio, in linea con le disposizioni anti-terrorismo emanate dal Viminale e per sostituire i new jersey in cemento. Ma in questi sette giorni la tensione si è alzata di nuovo dopo gli attentati in Catalogna: rafforzati i controlli e preisidi nei punti sensibili della città, come disposto dal vertice di ieri in Prefettura, ma tra i bolognesi ci sono sentimenti diversi e, riguardo alle fioriere presentate dall’assessore comunale alla Sicurezza Riccardo Malagoli, un misto di speranza e diffidenza.

 

Sulla tematica della sicurezza si è espresso anche il presidente del consiglio Paolo Gentiloni su ilsussidiario.net. “’Riguadagnare’ la propria eredità non vuol dire scegliere la politica della nostalgia, o quella dei muri e della paura. Alle sfide e alle incertezze di questo momento storico bisogna rispondere garantendo sicurezza e protezione e ricordando che il vero progresso è quello che mette al centro la qualità della vita delle persone”. Le parole arrivano alla vigilia del Meeting di Cl, che si aprirà domani a Rimini con il suo intervento


Riproduzione riservata © 2017 TRC