in:

Due psicologi italiani, oggi ospiti a Detto tra Noi, ci hanno raccontato la loro esperienza diretta nei luoghi degli attentati: quello di due giorni fa, e anche quello del 2005 nella metropolitana

Hanno fatto fortuna sotto il Big Ben come parte di un’equipe specializzata nei disturbi alimentari dell’infanzia: manipolazione, partecipazione attiva alla preparazione dei pasti per sviluppare un rapporto sano col cibo. Ma proprio dalle parti del Big Ben si sono trovati, mercoledì, mentre la follia aveva il suo corso. Psicologi, già impegnati nel sostegno di persone reduci dall’altro attentato di Londra – quello del 2005 alla metropolitana, Luca Pozzi e Anna Maria Tino ci hanno raccontato così il loro vissuto. Nel frattempo le indagini continuano: altri due arresti definiti rilevanti da Scotland Yard sono stati compiuti in mattinata. Identificato l’attentatore: si chiama Adrian Russell Ajao, 52enne britannico nato nel Kent, già noto alle autorità per crimini comuni e poi radicalizzatosi cambiando nome in Khalid Masood. Aggiornato anche il conto delle vittime, a cinque purtroppo, per il decesso di un 75enne arrivato l’altroieri in ospedale in condizioni disperate.


Riproduzione riservata © 2018 TRC