in:

Domani è il giorno dello sciopero della pappa. I bambini delle scuole d’infanzia e primarie di Bologna rimarranno senza pasto a causa della mobilitazione dei lavoratori di Seribo, che protestano contro la privatizzazione

Il giorno dello sciopero dei lavoratori di Seribo è arrivato. Domani i bambini delle scuole di Bologna rimarranno, infatti, senza la pappa. La protesta dei dipendenti nasce contro la “privatizzazione dell’azienda e la scelta del Comune di procedere, tramite gara d’appalto, all’esternalizzazione del servizio di refezione scolastica a partire dal prossimo anno scolastico”. Secondo i lavoratori questa scelta non “assicura ai bambini e alle famiglie un servizio adeguato”. Domani i dipendenti effettueranno, alle 13 nel cortile di Palazzo D’Accursio, un presidio in contemporanea ai lavori del Consiglio comunale, dove continua il braccio di ferro per la tanto discussa delibera. Secondo i sindacati, non ci sono garanzie per la tutela dell’occupazione e delle condizioni lavorative delle operatrici e degli operatori. Intanto domani nelle scuole d’infanzia e primarie verrà fornito un pasto alternativo costituito da un cestino. Non saranno prodotti i pasti per chi usufruisce di diete speciali tranne le diete prive di carne di maiale o vegetariano. Per i ragazzi che dovessero avere necessità di seguire diete speciali, è possibile consumare un pasto fornito dalla famiglia.


Riproduzione riservata © 2017 TRC