in:

Questa mattina si è registrata una scollatura nell’argine in località San Matteo di Modena. Sistemato un telone, Aipo assicura: “nessun pericolo”.

Piccole erosioni dell’argine Secchia a San Matteo, i tecnici di Aipo hanno eseguito lavori di impermeabilizzazione del terreno. Gli incaricati dell’agenzia interregionale per il fiume Po hanno steso un telone di circa 50 metri nel tratto interessato dal cedimento dello scorso anno, che aveva provocato l’alluvione a Bastiglia e Bomporto. Per gli esperti, si è verificato un “modesto scollamento” nella superficie dell’argine per circa 20 metri, un fenomeno dovuto quasi sicuramente all’incompleta ricostituzione del manto erboso. L’intervento di questa mattina è stato dettato esclusivamente da ragioni precauzionali. Il tratto, compreso tra i ponti Tav e dell’Uccellino, dopo la rottura del 19 gennaio 2014 era stato oggetto di lavori di ripristino per circa un km, interventi che necessitano comunque di tempi di assestamento del terreno. Aipo sottolinea che non ci sono elementi di preoccupazione o pericoli per la tenuta dell’argine. Esaurita la piena del Secchia, dove al momento il deflusso delle acque è regolare, il telone verrà rimosso e l’area risistemata. E per quanto riguarda le frane, a Sassuolo 15 famiglie sono isolate a causa di uno smottamento sulla strada per Casora.


Riproduzione riservata © 2017 TRC