in:

Venerdì mattina a Sasso Marconi, i sindaci del territorio faranno il punto sui giorni dell’emergenza e prepareranno un consuntivo dei costi sostenuti.

L’emergenza neve del 5 e 6 febbraio, che ha colpito soprattutto l’Appenino dove in tantissimi sono rimasti senza energia elettrica per giorni, è stato il primo banco di prova per la Città Metropolitana. L’allarme lanciato in quei giorni dal sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno, che in consiglio si occupa di Istruzione, è stato chiaro: “Alla Città Metropolitana- ha detto – mancano ancora le risorse per fare fronte ai danni registrati in montagna”. Ma ai cittadini servono risposte concrete e, per capire quali azioni intraprendere per ottenere i risarcimenti dai gestori, venerdì mattina a Sasso Marconi ci sarà anche il sindaco di Vergato e consigliere metropolitano delegato alle Politiche per l’Appennino Massimo Gnudi. Insieme agli altri primi cittadini si farà un conto dei danni e si valuterà come agire contro Terna ed Enel.


Riproduzione riservata © 2017 TRC