in:

C’era l’abito fatto con i piatti di plastica, persino la […]

C’era l’abito fatto con i piatti di plastica, persino la gonna realizzata con i fogli di giornale, ma anche creazioni meno ardite, borse colorate, accessori di tutti i tipi. E’ la sfilata di moda del riciclo, realizzata dagli studenti del Cattaneo-Deledda assieme a quelli del Venturi, andata in scena ieri in occasione di Curiosa. I ragazzi si sono dovuti dare parecchio da fare, hanno dovuto creare oggetti e abiti, organizzare la sfilata, preparare lo spazio espositivo in fiera dove sistemare le varie creazioni e poi confrontarsi con il pubblico. Il progetto, del resto, ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini, i giovani in particolare, sul tema dei rifiuti, sulla necessità della raccolta differenziata e del riutilizzo dei materiali. Così materiali di scarto diventano opere d’arte. Ma per i ragazzi l’iniziativa è anche una possibilità di esperienza lavorativa, toccare con mano il mondo del lavoro, improvvisandosi niente meno che imprenditori. E naturalmente anche tanto divertimento in una sfilata davvero “curiosa”, dove il polistirolo ha preso il posto del taffettà.

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC