in:

Gli attivisti del collettivo Crash hanno preso possesso di uno spazio inutilizzato dal 2009. Ribattezzato “Social Log Bologna”, sarà un luogo di incontro “contro l’emergenza abitativa, i tagli alla sanità, lo sfruttamento sul lavoro”

Nuova occupazione a Bologna, questa volta non per dare vita a un centro sociale ma per creare uno “sportello anticrisi”. Gli attivisti del collettivo Crash questa mattina hanno preso possesso di uno spazio in via Mattei 10, poco lontano dalla stazione centrale. Si tratterebbe di locali che ospitavano gli uffici di un ente e che, secondo gli occupanti, erano vuoti e inutilizzati dal 2009.

 

Lo spazio è stato ribattezzato “Social Log Bologna” e, nelle intenzioni, sarà un luogo di incontro e di lotta ‘contro l’emergenza abitativa, contro i tagli alla sanità, contro il caro-trasporti, contro lo sfruttamento sul lavoro e i licenziamenti a catena’. Lo sportello – hanno spiegato gli attivisti – sarà aperto il martedì e il giovedì dalle 18 alle 20, per accogliere precari, disoccupati e studenti e organizzare iniziative di lotta contro la crisi, contro gli sfratti e per il diritto all’abitare.


Riproduzione riservata © 2018 TRC