in:

Il sindacato Filt invia una lettera a Rfi per protestare contro le condizioni di lavoro degli assistenti ai clienti di Frecce e Italo nella stazione sotterranea Av. Temperature tra 2 e 8 gradi, umidità e correnti

Una lettera per chiedere a Rfi di attivare urgentemente interventi per garantire un microclima ottimale, e a Trenitalia ed Ntv di intervenire per garantire normali condizioni di lavoro ed evitare ripercussioni sulle capacità lavorative degli assistenti ai clienti di Frecce e Italo. L’ha scritta Filt-Cgil, visto che negli ultimi giorni la temperatura nella hall della stazione sotterranea Av di Bologna sta tra 2 e 8 gradi. Temperature fredde, aggravate da umidità e correnti d’aria.

 

Ricevuta la lettera, Rfi ha specificato che il sistema di riscaldamento nella stazione sotterranea di Bologna è stato attivato, e che i benefici saranno già percepibili tra qualche giorno. In ogni modo – si sottolinea – la temperatura ottimale nella hall sarà raggiunta solo quando le coperture, ancora in corso si realizzazione, saranno completate e quando saranno aperti i negozi della area commerciale che contribuiranno al riscaldamento.


Riproduzione riservata © 2018 TRC