in:

Lo annunciano gli stessi studenti del collettivo Cua attraverso i social.

Il collettivo universitario Cua ha annunciato di avere occupato un’aula all’interno della biblioteca di Discipline Umanistiche dell’Ateneo di Bologna, in via Zamboni 36 attraverso Facebook. Si tratterebbe, secondo gli attivisti, di uno “spazio sottoutilizzato” dove erano presenti solo due fotocopiatrici. “Da oggi questo spazio – scrivono in una nota – è aperto all’utilizzo di tutti coloro che vivono e attraversano l’università di Bologna”. I ragazzi del Cua fanno sapere che nella nuova aula occupata sarà possibile scaricare da internet i libri di testo, “altrimenti carissimi e inaccessibili”, mentre contro il caro-macchinette è stata installata una macchina che distribuisce caffè e the gratuitamente. “Mentre l’università inaugura studentati di lusso per pochi legati a Comunione e liberazione – scrivono ancora – noi pensiamo ai veri bisogni di tutti gli studenti”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC