in:

Maggiore sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi e soprattutto una prevenzione sempre più efficace. Presentati gli ultimi dati del registro tumori provinciale

Per il secondo anno consecutivo il numero di tumori diagnosticati non è cresciuto, il tumore resta una malattia frequente ma si cura meglio e con prospettive migliori di sopravvivenza. I dati contenuti nel registro tumori 2011 restano comunque drammatici se ci si limita all’elencazione: 5689 nuovi casi, che sono stati diagnosticati prevalentemente agli over 65. Nei maschi sono più frequenti le neoplasie alla prostata (19,5%9 al colon retto (11%) al polmone (14%) e alla vescica (13%). Per le donne il rischio più alto è legato al tumore alla mammella (29,8%). Ma se per gli uomini l’incidenza è in calo dal 2006, nelle donne il trend di incidenza è ancora alto. La sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi supera il 60% e in base ai dati raccolti dal Registro tumori non ci sono correlazioni dirette tra l’inceneritore – tema molto dibattuto – e l’insorgenza del tumore.


Riproduzione riservata © 2018 TRC