in:

La Regione ha ricordato che si tratta di 150 casi su 650 famiglie, ma ha anche ribadito che le bollette devono essere pagate

A tenere banco, in questi giorni, il botta e risposta a distanza tra i comitati e i residenti nei container, da una parte, e l’assessore Muzzarelli dall’altra. La vicenda è nota, a fronte di bollette alte arrivate dall’Enel, si è levata la protesta. La Regione, però, ha ricordato che si tratta di 150 casi su 650 famiglie, ma ha anche ribadito che le bollette devono essere pagate. Un confronto che sottende, secondo l’assessore Muzzarelli, alla necessità di aumentare i controlli sulla legittimità di chi è ospitato gratuitamente, ad eccezione delle bollette Enel, nei moduli provvisori. Intanto domani il comitato Finale Emilia terremotata protesta ha organizzato una nuova assemblea pubblica in cui si torneranno a denunciare i ritardi nella ricostruzione a causa della burocrazia.


Riproduzione riservata © 2018 TRC