in:

Continua la fase di smantellamento dei campi. Oggi a Cavezzo e Rovereto

Ieri San Giacomo Roncole poi Mirandola, oggi anche il campo delle protezione civile Abruzzo a Cavezzo sta per chiduere i battenti. La mappa della bassa trasformata dal terremoto continua nella sua metamorfosi verso la difficile fase della ricotruzione. Le prime manovre sono già iniziate ma lo smantellamento vero e proprio avverrà nei prossimi giorni. La gran parte dei 300 ospiti originali del campo ha già trovato un’altra sistemazione in attesa dell’arrivo dei moduli abitativi. Il campo ora è quasi vuoto. Non tutti però hanno già lasciato il campo. Per avere diritto all’alloggio temporaneo in albergo o al contributo di autonoma sistemazione è necessario rispoendere certei requisiti e nell’umanità varia colpita dal sisma emergono  situazioni  di ogni tipo. insomma a quasi 5 mesi la Bassa creca di avvioarsi verso la normlaità e, nonostante gli inevitabili problemi tanto è già stato fatto. Anche l’economia cerca di rialzarsi, soltanto ieri il presidente del Senato Schifani ha annunciato l’arrivo di 60 milioni di euro dai tagli della politica


Riproduzione riservata © 2017 TRC