in:

La donazione da parte degli Amici del cuore, insieme all’associazione Conacuore

30.000 euro per ripartire, per rispondere alle difficoltà provocate dal sisma e migliorare l’assistenza ai pazienti. La donazione porta la firma della sezione modenese degli Amici del Cuore che, insieme all’associazione nazionale Conacuore, ha messo a disposizione della Cardiologia degli ospedali di Carpi e Mirandola una cifra che l’azienda Usl ha già destinato. Il Ramazzini riceverà un ecocardiografo portatile che permetterà di effettuare controlli ai pazienti ricoverati in altri reparti. Tre strutture per anziani di Mirandola, San Felice e Finale Emilia saranno invece dotate di elettrocardiografi direttamente collegati con i sistemi informatici del reparto di cardiologia dell’ospedale. Una donazione che aiuterà dunque la Cardiologia di Carpi e Mirandola a ripartire e che gli Amici del Cuore hanno voluto rendere pubblica nella speranza di rappresentare solo un primo esempio da imitare.


Riproduzione riservata © 2017 TRC