in:

L’Università di Modena crea lavoro favorendo la nascita di una nuova azienda. Due neo-ingegneri hanno dato vita a “Bisy srl

L’Università di Modena combatte la crisi favorendo la nascita di una nuova azienda. Si chiama "Bisy srl" lo spin-off creato all’interno del tecnopolo dell’ateneo cittadino da due neo-ingegneri, che secondo le aspettative potrà raggiungere il punto di pareggio già tra un anno. Grazie ad un progetto finanziato dall’unione europea e da borse di studio della regione, i due neo-laureati hanno sviluppato un sistema di servizi informatici che ben si adattano alle esigenze delle piccole aziende. "Spesso i software sul mercato sono molto costosi, anche 20 o 30mila euro, ma le piccole aziende ne utilizzano solo una minima parte -spiega Federico Stradi, socio fondatore di Bisy- così ne abbiamo sviluppato uno che permette alle aziende di pagare solo quello che usano". I servizi sono già stati sperimentati da quattro reti d’impresa con ottimi risultati. In mezzo alla crisi, sottolinea il rettore dell’ateneo Aldo Tomasi, l’università crea lavoro e aziende, visto che sono già 22 le spin-off nate nell’ambito accademico.  


Riproduzione riservata © 2018 TRC