in:

Lo Stato italiano si è rivolto a quello tedesco. In ballo anche un ricorso all’Aja

La Corte dell’Aja, in realtà, ha già accolto il ricorso della Germania per violazione del diritto all’immunità, ma l’Italia ha comunque già scritto al ministro degli esteri tedesco per avviare la trattativa sui risarcimenti ai famigliari delle vittime di stragi naziste. A comunicarlo il sottosegretario Marta Dassù, in risposta a un’interrogazione dei parlamentari Pd modenesi a nome dei parenti di chi morì nella strage di Monchio, Costrignano e Susano. Il tribunale aveva infatti condannato, oltre ai diretti responsabili, anche la Germania per quanto riguardava i risarcimenti. Ma il ministero degli esteri fa però sapere che lo Stato tedesco non sembra intenzionato ad accettare indennizzi personali, più probabili invece interventi a favore delle comunità colpite.


Riproduzione riservata © 2018 TRC