in:

Troppe le piccole ditte sospette, alcune non hanno nemmeno un mezzo di proprietà

Per evitare rischi di infiltrazioni della criminalità organizzata, e garantire una maggiore trasparenza del settore, la Provincia di Modena è da tempo impegnata in un lavoro di pulizia dell’albo autotrasportatori. Un’intensificazione dei controlli sui requisiti necessari a mantenere l’iscrizione, che negli ultimi quindici mesi ha portato alla cancellazione di 345 imprese su un totale di quasi 3000 iscritte all’albo. Tra queste, solo 95 hanno richiesto volontariamente l’eliminazione, e molte risultano non possedere nemmeno un mezzo. “E’ su di loro che si concentrano i maggiori sospetti”, ha dichiarato l’assessore alle Infrastrutture Egidio Pagani.


Riproduzione riservata © 2018 TRC