in:

Curata al Pettirosso ieri è tornata a volare in cielo

E’ stato un momento emozionate vedere la cicogna, ieri pomeriggio, all’oasi La Francesa di Carpi, spiccare il volo e librarsi nell’aria, sopra le teste di tante persone accorse per vedere la liberazione. L’animale era stato soccorso dai volontari del centro fauna selvatica Il Pettirosso l’estate scorsa. Assieme a un altro esemplare, era imbrattata di fanghi e catrame, affamata e disidratata, spaventata a morte. Le due cicogne erano finite in una vasca di decantazione di un’azienda agricola di Faenza. I titolari, visti i due animali impantanati nei residui liquidi, non sapendo che fare, si sono rivolti ai volontari del Pettirosso, che sempre più spesso viene chiamato anche per interventi fuori provincia. Così i due giovani volatili sono arrivati a Modena. Qui sono stati nutriti, tranquillizzati e poi ripuliti dai volontari. E’ stato necessario lavare i due volatili a lungo con un detergente per poter pulire le piume. Dopo il trattamento le cicogne erano state sistemate nel recinto con due aironi in convalescenza. Al Pettirosso fin da subito hanno sperato di doverle tenere in gabbia poco tempo. Ora una è tornata libera.


Riproduzione riservata © 2018 TRC