in:

La proposta è della Cisl: un marchio che contraddistingua chi rispetta le regole

Un “bollino blu” per contraddistinguere quei ristoranti e quelle pizzerie che applicano i contratti e rispettano tutte le regole. Lo chiede la Cisl, dopo la scoperta di 17 lavoratori completamente in nero in 16 pubblici esercizi della nostra provincia. E rilancia l’idea alle associazioni dei commercianti. “Il lavoro nero si contrasta efficacemente solo facendo quadrato perché non è più un fenomeno occasionale, ma strutturale” scrive Pasquale Coscia, responsabile delle politiche del lavoro per la Cisl di Modena.


Riproduzione riservata © 2018 TRC