in:

In migliaia all’inaugurazione del museo di Enzo Ferrari. Vetrina d’eccezione per Modena

Tutta la città ha celebrato ieri la giornata speciale dedicata al Drake. Non solo il  grande Enzo ha aperto le porte di casa ma tutte le piazze e le strade del centro storico si sono trasformate in una grande vetrina con pezzi unici o rari, bolidi del futuro e gioielli del passato per la gioia  di tutte le generazioni. Ferrari, Maserati Lotus, Fiat, Alfa Romeo protagoniste in Piazza Grande, i bolidi della Ducati per la gioia degli appassionati delle due ruote in Piazza Torre, via Farini come sempre ospitava le “signore” del rally e tanti altri esemplari che hanno veramente reso Modena “terra di motori” e hanno fatto la storia della nostra terra. Una lunga notte  che è stata un omaggio ad Enzo Ferrari ma anche esempio dell’entusiasmo e della creatività degli emiliani.
 Bar, negozi allestiti a festa. Migliaia i modenesi e turisti che, sfidando un inaspettato freddo pungente, hanno festeggiato tra musica, divertimento e persino un po’ di sport con la corsa/camminata notturna che ha seguito l’onda gialla fino alla casa museo del Drake. E poi ancora momenti di musica e intrattenimento con i Buskers di Ferrara. Non è mancato il buon cibo con bar e ristoranti vestiti a tema fino al momento culminante della torta gialla gigante tagliata per tutti in Piazza Grande e la spaghettata di mezzanotte rosso Ferrari. Un folto pubblico ha atteso intorno alle 22,30 la simulazione di un Gp in via Emilia. Bolidi rossi hanno sfrecciato inondati dai flash di fotografi. Piloti ‘d’eccezione’ il Sindaco Giorgio Pighi e l’assessore Daniele Sitta. Infine tutti all’autodromo di Marzaglia per il gran finale. Tantissimi gli appassionati che hanno voluto vedere le auto prima ammirate immobili nelle piazze del centro, prendere vita e sfrecciare per alcuni giri sulla pista illuminata per l’occasione.


Riproduzione riservata © 2018 TRC