in:

Prende il via il 6 marzo la rassegna “L’Italia che non si vede” che affronta temi di attualità

Dal G8 di Genova e i fatti della Scuola Diaz alle infiltrazioni mafiose al Nord al referendum alla fiat Mirafiori del 2011. Sono questi alcuni temi affrontati attraverso la proiezione di cinque film e la presentazione di quattro libri all’interno della rassegna “L’Italia che non si vede”, in programma dal 6 marzo all’8 maggio al Teatro dei Segni e alla Sala Giacomo Ulivi di Modena. L’iniziativa è promossa, tra gli altri, dall’Arci di Modena. Tra gli ospiti che interverranno durante le serate: Maurizio Landini, segretario generale della Fiom Cgil, e Lucia Musti, procuratore aggiunto di Modena. Primo appuntamento il 6 marzo con “Black Block” di Carlo Bachschmidt.


Riproduzione riservata © 2018 TRC