in:

A pochi giorni dal ritorno in aula, ancora tanti problemi irrisolti, tra reggenze e comprensivi

Il ritorno sui banchi si avvicina, ma nonostante le tante assunzioni di docenti, restano problemi irrisolti, a cominciare dai dirigenti che si devono occupare di più scuole. Ora, per far fronte al problema, e per rispondere a quanto previsto dalla finanziaria di luglio, le amministrazioni comunali stanno riorganizzando le scuole, introducendo gli Istituti comprensivi al posto di Direzioni didattiche e Scuole medie. Il rischio, però, denuncia la Cgil scuola è che nascano macro-istituti da oltre 1700 studenti, senza il necessario personale per farli funzionare. “La mancanza di dirigenti – attacca il sindacato – non si risolve sopprimendo le autonomie scolastiche, ma facendo i concorsi”


Riproduzione riservata © 2018 TRC