in:

Riconosciuta a cittadina turca l’invalidità anche se è sprovvista del permesso di soggiorno

L’Inps riconoscerà l’assegno di invalidità ad una cittadina turca di 48 anni, residente a Castelfranco dal 1993, priva però della carta di soggiorno. Dopo  lunga  procedura amministrativa seguita dal patronato Inca Cgil, alla donna è stato riconosciuto l’assegno per una riduzione della capacità lavorativa al 75%. In un primo tempo, però, l’Inps di Modena negò il sostegno economico per mancanza della carta di soggiorno. Il sindacato però in base all’art. 14 della Convenzione europea dei  Diritti  dell’Uomo ha vinto il ricorso e così ora l’ex bracciante agricola e inserviente turca avrà diritto all’assegno.


Riproduzione riservata © 2018 TRC