in:

La tanto temuta autocertificazione non ha creato disagi ai cittadini

Come primo giorno, sarebbe potuta andare decisamente peggio. Non ci sono state le temute code né i disagi per il cittadino. Almeno per ora il giorno uno dei ticket sanitari è filato liscio. La nuova normativa, giusto ricordarlo, nasce dalla decisione del Governo di imporre nuovi ticket, nonostante il parere contrario delle Regioni. L’Emilia Romagna, come recita la locandina della Regione, presente un po’ ovunque, ha optato per un sistema più equo basato sul reddito familiare annuo lordo autocertificato. L’importo dei ticket viene differenziato, quindi, in base, al reddito. E proprio l’esigenza di autocertificazione per i cittadini avrebbe potuto creare problemi. Così non è stato. Al Policlinico, infatti, sono stati allestiti diverse postazioni utili per chi vorrà autocertificarsi senza confusione. L’accesso è agli ingressi 1 e 2 della struttura. Federfarma, l’associazione sindacale dei titolari di farmacie, conferma che verrà fatto il massimo sforzo per ridurre i disagi al cittadino e garantire la consegna dei medicinali anche in assenza dell’autocertificazione. L’eventuale ticket da pagare sarà recuperato dall’AUSL. Polemico il consigliere regionale del PDL Andrea Leoni che si scaglia contro le locandine esposte dalla regione: “Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Si fa propaganda camuffata da informazione istituzionale”. Per informazioni è attivo il numero verde 800.033.033.LE CRITICHE AL PROVVEDIMENTODure critiche al provvedimento della Regione arrivano dal consigliere del Pdl Andrea Leoni secondo cui il sistema messo a punto penalizza le famiglie sposate e premia single e conviventi. Di metodo “improvvisato, sbagliato e ingiusto” parla anche il consigliere comunale modenese del Movimento per le autonomie, Sergio Celloni. Di contro l’assessore regionale alla sanità Carlo Lusenti ribadisce che i ticket sono stati imposti dal Governo e annuncia che la Regione ha già chiesto di abolirli, sostituendoli con una tassa sul consumo di tabacco. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC