in:

Il 21 settembre verrà tolto il telo di Paladino dalla Ghirlandina

Il telo di Mimmo Paladino ha i giorni contati. L’innovativa e controversa installazione artistica, che da quasi quattro anni ricopre la Ghirlandina, verrà rimossa mercoledì 21 settembre, condizioni meterologiche permettendo. Le operazioni di riavvolgimento dei 64 metri del telo inizieranno in mattinata per concludersi intorno alle 18,30, in tempo utile per un brindisi festoso in onore della  torre civica, che si appresta a tornare alla città dopo un lungo e laborioso restauro. A dire il vero, per ammirare nuovamente la Ghirlandina in tutto il suo splendore bisognerà attendere fino alla fine di ottobre, quando si completeranno le operazioni di smontaggio del cantiere che ancora la copre. Ed è conto alla rovescia anche per le visite ad alta quota all’esterno della torre, consentite per l’appunto dalla presenza del ponteggio. Ai modenesi rimasti finora a terra converrà dunque approfittare delle ultime due giornate di vista programmate per sabato 3 e domenica 4 settembre. L’assessore ai Lavori pubblici Antonino Marino ha annunciato che verrà prossimamente organizzata, d’intesa con la Fondazione Cassa Risparmio Modena, una mostra documentaria sul restauro della torre. Il Comune  vorrebbe inoltre valorizzare l’installazione di Paladino, i cui colori squillanti sono stati offuscati dallo smog e dalle intemperie. Dopo la pulitura, il telo potrebbe essere ricollocato in un altro luogo significativo della città.


Riproduzione riservata © 2018 TRC