in:

I fans di Vasco Rossi hanno tutti gli occhi puntati su Torino, prima tappa dopo l’interruzione del tour. Nella città del ritorno sul palco, il rocker dovrebbe iniziare domani le prove. Ma, sempre domani, è previsto un nuovo passaggio in clinica per accertamenti, dopo il breve ricovero di ieri e la lunga convalescenza nella sua Zocca.

A vederlo così è il Vasco di sempre, nessun segnale, nessuna smorfia ad attivare un benché minimo campanello d’allarme sul suo stato di salute. Eppure, stando a quanto pubblicato sulla sua pagina Facebook, questo clippino in cui il rocker di Zocca canta un pezzetto della sua storica “Albachiara” sarebbe stato registrato giusto qualche ora prima del nuovo, improvviso, ricovero. La notizia è rimbalzata da Bologna ieri poco prima delle 18: Vasco è di nuovo in clinica. Una toccata e fuga se, come è stato detto, un’ora più tardi era già fuori. Ufficialmente si è trattato solo di un ritorno di quei dolori alla costola che tormentano il Komandante da diversi mesi. Gli stessi per i quali era stato ricoverato nella clinica di Villalba, alle porte di Bologna, a fine luglio. Nulla di troppo serio, a detta del suo entourage. Ieri la rockstar avrebbe fatto soltanto "un esamino", come ha spiegato il direttore della struttura sanitaria privata. Che comunque non l’ha assolto del tutto: domani Vasco dovrà tornare in clinica per altri accertamenti. Ma anche in questo caso dovrebbe trattarsi di una rapida visita. Il cantante modenese è infatti atteso a Torino proprio nella giornata di domani, per iniziare le prove prima del concerto del 27 agosto, data unica andata già esaurita da tempo. “Sta bene e le date del tour sono confermate”, si ostina a ripetere la sua addetta stampa. Ma l’apprensione dei fans è alta e comprensibile: sono in molti, infatti, a temere che dietro quel dolore alla costola si nasconda qualcosa di ben più serio che, ancora, non è stato rivelato.


Riproduzione riservata © 2018 TRC