in:

Anche Marano potrebbe avere un suo prodotto tipico ed unico. L’amministrazione comunale intende recuperare la coltivazione di un antico vitigno, demoninato Festasio, risalente alla fine dell’800.

Un’ identità culturale che si potrebbe recuperare. Alla pari del progetto che l’amministrazione comunale di Marano sta portando avanti, quella della coltivazione del luppolo per la produzione di birre artigianali, vi è l’intenzione di recuperare la coltivazione di un antico vitigno localmente definito: "Festasio", tipico del territorio di Festà. I testi parlano di uve risalenti alla fine dell’800. Oggi quella coltivazione è in via d’estinzione. Con l’obiettivo di preservare l’esistenza del vitigno il Comune affiderà per una coltivazione sperimentale un piccolo numero di piante agli agricoltori interessati, delle località di Festà, Casona ed Ospitaletto.


Riproduzione riservata © 2018 TRC