in:

Lasciano San Cesario dopo 107 anni di permanenza ed inevitabilmente un pezzo di storia fondamentale del paese se ne andrà con loro

Pacchi e scatoloni sono ormai pronti nella graziosa casa gialla a fianco del Parroco, sotto l’ombra del campanile di San Cesario. Domani le suore se ne andranno definitivamente dal paese, richiamate dalla Casa Generalizia per una riorganizzazione dell’ordine ed una ridistribuzione delle risorse. Da ben 107 anni la loro era una presenza discreta e riservata ma allo stesso tempo importantissima, impegnate com’erano nell’educare, ascoltare, sostenere e difendere le difficoltà di intere generazioni in momenti sociali molto diversi. Per tanti decenni hanno rappresentato un punto di riferimento per tanta parte della comunità, che in queste ore si sta stringendo attorno alle ultime Figlie del Sacro Cuore. L’ultima Madre Superiora di quel che resta del glorioso Convento di San Cesario è Suor Liliana, al secolo Anna Maria Giuseppina Merighi. E’ affidato a lei il compito di chiudere la porta per sempre e con essa un capitolo di storia. E mentre la fatica di un piccolo paese ad accettare la loro partenza è evidente, le suore se ne vanno tranquille, nella consapevolezza che una comunità matura deve saper trarre frutto da tutto ciò che ha ricevuto, mettendolo al servizio degli altri nella ricerca del bene comune.


Riproduzione riservata © 2018 TRC