in:

Meglio evitare che il ladro riesca ad entrare in casa, ecco cosa fare

Primo: ricordare di chiudere sempre il portone di accesso all’abitazione, meglio se blindato. Purtroppo anche un’assenza brevissima può riservare brutte sorprese. E’ questo il primo consiglio che sempre, polizia e carabinieri, danno ai cittadini per evitare di trovarsi la casa derubata. Ma in questo periodo di vacanze, e quindi di assenze più lunghe, è bene avere anche altre accortezze: lasciare messaggi generici sulla segreteria telefonica, non spargere la voce relativamente alla partenza, chiedere ai vicini di controllare ogni tanto la casa e magari di ritirare la posta per evitare che si accumuli. Non fatevi lasciare bigliettini sulla porta, che rischiano di essere visibili per giorni. Documenti e preziosi stanno meglio in cassaforte, o in nascondigli davvero sicuri: non lo sono i vasi di fiori, i tappeti, le tasche dei vestiti, i letti, i quadri. Fare copie dei documenti e foto agli oggetti di valore: in caso di furto facilita le cose. Chiudere bene anche tutte le finestre e ricordarsi di attivare, se lo avete, il sistema d’allarme. Più in generale, le forze dell’ordine consigliano di non attaccare alle chiavi targhette con il nome, di mettere sul citofono solo il cognome, per evitare che malintenzionati sappiano esattamente quante persone vivono nella casa, di illuminare bene l’ingresso. E se nonostante tutto questo i ladri entrano lo stesso, non toccare nulla e chiamare subito il 112 o il 113. Infine, le forze dell’ordine invitano tutti i cittadini a segnalare sempre ogni situazione sospetta.


Riproduzione riservata © 2018 TRC