in:

Sindacati, associazioni e giornalisti si sono dati appuntamento davanti al Cie per ribadire il diritto di raccontare cosa succede all’interno dei centri

“LasciateCIEntrare” è lo slogan della mobilitazione che ha avuto luogo oggi fuori da tutti i centri di identificazione ed espulsione d’Italia per dire no all’esclusione dei media e di alcune organizzazione della società civile nei Cie. Anche a Modena una delegazione ha manifestato fuori dal centro di via Lamarmora. Una circolare del Ministero dell’interno, la numero 1305 emanata il primo aprile scorso, ha reso ancora più inaccessibili questi luoghi. Giornalisti, sindacati e associazioni sono ritenuti di “intralcio” all’operato degli enti gestori e quindi di conseguenza tenuti fuori. E’ questa la denuncia, tra gli altri, di Arci, Cgil, Ordine dei Giornalisti e sindacato dei giornalisti. Al fianco dei manifestanti anche parlamentari di numerose forze politiche. A Modena la deputata del Partito Democratico Manuela Ghizzoni è entrata nel centro di identificazione ed espulsione per confrontarsi sulle ragioni della protesta.


Riproduzione riservata © 2018 TRC