in:

Dopo le polemiche sui ticket sanitari degli ultimi giorni il direttore del Pronto Soccorso Daniele Giovanardi è intervenuto per fare chiarezza sulla situazione.

Dopo le polemiche sui ticket sanitari degli ultimi giorni, Daniele Giovanardi, in veste di responsabile del sindacato Snami Cimo del Policlinico di Modena, prova a far chiarezza. A fronte della decisione dell’Emilia Romagna di congelare i nuovi ticket previsti in finanziaria, il Pdl aveva accusato la giunta Errani di manipolare la realtà: i ticket per i codici bianchi all’ospedale sono già operativi da tempo – contestano i rappresentati del Popolo della libertà di Modena – si pagava prima e si continua a pagare ora”. Daniele Giovanardi ricorda che il servizio di pronto soccorso è gratuito per tutti i pazienti con traumi recenti, per tutte le prestazioni seguite da ricovero, per tutti i pazienti trattenuti in osservazione breve intensiva e per tutti quelli inviati per ricovero dal medico curante. Pagano invece il ticket tutti i pazienti dimessi, indipendentemente dal codice colore, anche se alcune patologie non pagano neanche in caso di dimissione: le coliche renali, quelle correlate alla gravidanza, le crisi d’asma o il dolore toracico, le complicanze da intervento chirurgico o l’epistassi. Non paga chi è esente per patologia o reddito. I Pronto Soccorso hanno una funzione salvavita – ricorda Giovanardi che, come rappresentante dei medici, ritiene molto etico salvaguardare questa funzione da un afflusso indiscriminato.


Riproduzione riservata © 2018 TRC