in:

Incertezza sul futuro della scuola modenese e sul numero di docenti che potrebbero arrivare. Una delegazione di genitori e amministratori questa mattina ha consegnato 10mila firme all’assessore regionale Bianchi.

Genitori e amministratori locali insieme per dire no ai tagli alla scuola. Una delegazione è partita questa mattina dalla stazione dei treni di Modena per consegnare oltre 10mila firme all’assessore regionale alla Pubblica Istruzione Patrizio Bianchi. La mobilitazione, partita qualche mese fa, ha coinvolto diverse realtà della provincia alle prese con docenti in meno, mancato avvio di nuove classi nelle scuole materne, azzeramento del tempo prolungato alle medie e numero eccessivamente elevato di studenti. Negli ultimi tre anni nel territorio modenese, a fronte di un incremento di più di 2mila studenti, le cattedre cancellate sono state più di 500. Il coordinamento provinciale dei genitori denuncia: “Si tratta di un completo stravolgimento del sistema scolastico”. Una realtà percepita fino ad ora come solida e di qualità che viene messa fortemente in discussione.


Riproduzione riservata © 2018 TRC