in:

La Regione ha bloccato i ticket sanitari, che dovrebbero entrare in vigore già dal prossimo lunedì. Gli enti locali hanno facoltà di applicare la norma o trovare altre strade di risparmio.

La regione Emilia Romagna annuncia che non applicherà i nuovi ticket sanitari, 10 euro per le visite specialistiche e 25 per i codici bianchi in pronto soccorso, che la manovra finanziaria (approvata oggi) prevede già da lunedì prossimo. Come si era detto, le Regioni hanno facoltà di applicare o meno, o applicare solo in parte, la norma, fatto salvo che sia garantita la copertura dei 381 milioni che lo Stato intende risparmiare sulla sanità. L’assessore regionale Carlo Lusenti ha annunciato che la giunta dell’Emilia Romagna cercherà ipotesi alternative per ottenere lo stesso risparmio, ritenendo la scelta operata nella manovra sbagliata e ingiusta. Oltretutto, ricorda l’assessore, in regione viene già applicato un ticket come dissuasione per le richieste non urgenti, e – aggiunge – non intendiamo aumentarlo.


Riproduzione riservata © 2018 TRC