in:

Lunedì 18 luglio si aprono le immatricolazioni e le iscrizioni all’Università di Modena e Reggio. Tiene, sostanzialmente l’offerta formativa, malgrado il blocco del turn over di docenti e amministrativi. E per l’anno scolastico 2011 – 2012 non aumenteranno le tasse.

Settantasei corsi di laurea complessivi suddivisi nelle due sedi; rispetto al passato anno scolastico sono stati chiusi cinque corsi di laurea, ma è stata attivata la laurea magistrale di cinque anni in Scienze della Formazione primaria. Per il terzo anno consecutivo l’Università degli studi di Modena e Reggio propone per tutti i corsi di laurea di primo livello e per le magistrali i test d’ingresso o d’orientamento, cosa diversa dai test di ammissione previsti solo per i corsi di laurea a numero chiuso. Da lunedì 18 luglio scattano le operazioni di immatricolazione e di iscrizione, procedura che potrà essere eseguita direttamente online o attraverso le torrette installate nelle sedi universitarie. “La vera novità – ha affermato il Rettore Aldo Tomas – è che anche quest’anno siamo riusciti a garantire l’offerta formativa. Abbiamo voluto presentarci alle matricole e alle loro famiglie con una proposta valida che sappia privilegiare i contenuti formativi e le prospettive occupazionali”. Malgrado le difficoltà del periodo, per il prossimo anno scolastico le tasse universitarie non aumenteranno, l’Università degli studi di Modena e Reggio resta uno degli atenei con un livello di contribuzione a carico degli studenti medio-alto in regione, ma – precisa il rettore – “contiamo di potenziare l’accordo con le banche per la rateizzazione delle tasse e i prestiti d’onore”. Tomasi insiste: gli studenti continuano a sceglierci (il numero complessivo degli iscritti sfiora i 20mila): “li orientiamo bene, li seguiamo bene e li facciamo laureare più in fretta”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC