in:

E’ morto a Modena Aldo Togliatti, figlio del leader del Pci. La notizia è stata comunicata a funerali avvenuti. Dal settembre dell’ 80 era ricoverato a Villa Igea.

E’ morto sabato a Villa Igea, dove era ricoverato dal settembre del 1980, il figlio di Palmiro Togliatti, Aldo. Avrebbe compiuto 86 anni il prossimo 29 luglio. La famiglia ha diffuso la notizia soltanto oggi a funerali avvenuti. Un gesto di riguardo e di rispetto nei confronti del figlio del Migliore, nel segno di una riservatezza che aveva caratterizzato tutta la sua vita. Nato a Roma nel 1925, figlio del leader del Pci e di Rita Montagnana, una delle fondatrici dell’Unione donne Italiane, Aldo Togliatti (foto Repubblica)aveva trascorso gran parte della sua infanzia e della sua adolescenza in Unione Sovietica, in un collegio del partito comunista. Lì si era diplomato in Ingegneria prima di far ritorno in Italia. I primi segnali della malattia, legata a un disagio di natura psichiatrica – schizofrenia con spunti autistici diranno in seguito i medici – condizioneranno il resto della sua esistenza. Nel dopoguerra aveva raggiunto la madre a Torino e per alcuni anni aveva lavorato alla Sip; nel capoluogo piemontese si era iscritto al Politecnico ma non aveva completato gli studi. La sua ultima apparizione pubblica nel ’64 ai funerali del padre. Con la morte della madre, negli anni Ottanta, Aldo Togliatti, arrivò a Modena: i familiari avevano cercato una clinica dove poterlo curare al meglio e Villa Igea era sembrata la scelta più appropriata. Ogni settimana il figlio di Togliatti riceveva la visita di Onelio Pini, metalmeccanico in pensione, segretario di sezione in Buon Pastore, anche lui ormai scomparso: dal partito il vecchio militante aveva ricevuto l’incarico di occuparsi delle sue piccole necessità e per anni, puntualmente, gli aveva portato le sigarette e la settimana enigmistica. Un pietoso segreto quello che ha avvolto il figlio del Migliore, in molti sapevano ma nessuno parlava, anche e soprattutto a Modena. A Villa Igea era per tutti il “signor Aldo”, poi negli anni 90 il mistero era stato svelato, lo scoop sui giornali e i retroscena di una vicenda che, dopo il clamore mediatico, tornò ad essere privata. Fino ad oggi, con lo scarno comunicato stampa che ne ha annunciato la morte.


Riproduzione riservata © 2018 TRC