in:

Aperto l’autodromo. L’inaugurazione a settembre

Per vedere l’opera completata bisognerà attendere ancora qualche mese, ma l’operatività del nuovo autodromo Centro di guida sicura di Marzaglia è già garantita. Il primo stralcio dei lavori è ormai completato e la struttura, che restituisce a Modena una pista dopo oltre 30 anni di assenza, è funzionante. L’anello esterno ha una lunghezza di poco superiore ai 2 chilometri e al suo fianco c’è l’area paddock, già utilizzabile per alcune simulazioni di guida. Nel primo piano della struttura sono presenti 21 garage e, una volta completati i lavori, saranno allestiti l’area dedicata alle aziende che sfrutteranno l’autodromo, i locali per il primo soccorso, gli uffici e lo spazio dedicato alla scuola di guida sicura. I lavori sono cominciati circa un anno fa e l’investimento della società Vintage spa, alla quale il Comune ha ceduto il diritto di superficie dell’area, è stato fin di 12 milioni di euro. Il primo a testare la pista, circa 20 giorni fa, è stato il campione del mondo Andrea Bertolini, che ha dato il via a una serie di prove con lo scopo di verificare che la struttura funzioni adeguatamente prima di metterla a pieno regime. Da settembre il Centro si occuperà di formazione per la guida sicura prevalentemente con vetture stradali e sarà a disposizione delle autoscuole del territorio, delle aziende interessate a testare i propri veicoli e dell’Università per la sua attività di ricerca. Poi si passerà al secondo stralcio dei lavori, che prevede la realizzazione di un albergo, un ristorante, un museo e un’area commerciale. All’interno dell’anello principale sorgeranno invece altre quattro piste interne per prove e test in diverse condizioni di assetto e superficie.


Riproduzione riservata © 2018 TRC