in:

Una buona notizia: Modena avrà il liceo musicale. “Una vittoria corale” hanno commentato gli amministratori pubblici modenesi. Una vittoria arrivata dopo che enti locali e Fondazione cassa di Risparmio hanno tirato fuori i soldi per gli insegnanti.

Alla fine il liceo musicale Sigonio si farà. La notizia era nell’aria dopo che enti locali e Fondazione Cassa di Risparmio di Modena avevano stanziato i fondi richiesti dall’Ufficio scolastico regionale per coprire i costi dell’insegnamento delle materie musicali, quasi 500mila euro per il quinquennio. Quello modenese si affianca dunque all’istituto di Forlì, l’unico in prima battuta ad avere avuto l’accreditamento. Per il liceo musicale si erano mosse le famiglie degli studenti che si erano subito rivolte a Comune e Provincia. L’appello era stato esteso anche ai parlamentari modenesi, ma solo dopo avere avuto certezza della copertura economica l’ufficio scolastico regionale ha oggi confermato la nascita del nuovo corso di studi. Che è subito piaciuto ai ragazzi modenesi che, con entusiasmo, nelle scorse settimane hanno affrontato le selezioni. Soddisfatta l’assessore provinciale Elena Malaguti, secondo la quale “Il risultato positivo è il frutto di una comunione d’intenti e di azione tra tutti i soggetti coinvolti”. Sullo stesso tono il commento dell’assessore comunale Adriana Querzè che aggiunge: “Ringraziamo il ministero per avere riconosciuto l’idoneità della nostra scuola, ma continuiamo a ritenere che gli indirizzi previsti dalle riforme ministeriali debbano essere pagati dallo Stato e non dagli enti locali, già duramente colpiti dalle riduzioni dei trasferimenti di risorse. La Querzè conclude: “Ci aspettiamo che il Governo si faccia carico di sostenere totalmente i costi degli insegnanti per le nuove classi negli anni a venire”. Apprezzamento anche dal Pdl, onorevole Bertolini e senatore Giovanardi, e dal Pd per voce dell’onorevole Ghizzoni.


Riproduzione riservata © 2018 TRC