in:

E’ forse giunta ad una svolta la tormentata vicenda della tangenziale di Mirandola. Ieri sera, infatti, Anas ha annunciato la firma dell’atto che darà il via ai lavori entro la fine del mese. Soddisfatto il sindaco, che però non abbassa la guardia.

“Prendiamo atto con soddisfazione del significativo passo in avanti compiuto per la realizzazione dell’opera. Quello che posso garantire ai cittadini è che continueremo a vigilare sull’iter della Tangenziale. Troppe volte, in passato, siamo rimasti scottati dai continui “stop and go” relativi all’opera. In settembre saremo pronti a riprendere la mobilitazione qualora dovessero verificarsi ulteriori intoppi.”. A parlare è Maino Benatti, sindaco di Mirandola, che commenta così le dichiarazioni del Presidente di Anas per il quale, già a fine mese, sarà possibile sottoscrivere l’atto che autorizzerà l’avvio dei lavori. Un moderato ottimismo, insomma, dopo troppi proclami. Secondo l’annuncio di Anas, nelle prossime ore verrà convocata l’impresa aggiudicataria dell’appalto per la realizzazione della tangenziale di Mirandola, la Cavalleri di Dalmine, per procedere, entro fine agosto, alla firma dell’atto che darà l’autorizzazione all’avvio dei lavori. Il travagliato iter si sarebbe finalmente sbloccato a seguito dell’acquisizione e del vaglio, ad opera di Anas, del parere pervenuto da parte dell’Autorità di vigilanza dei contratti pubblici, che ha deliberato positivamente sulla insussistenza di impedimenti alla prosecuzione della procedura di appalto in favore della ditta aggiudicataria, dopo che la Prefettura di Bergamo aveva segnalato la sussistenza di un giudicato penale a carico del socio di controllo dell’impresa. Il via libera è stato accolto con soddisfazione dall’assessore provinciale alle infrastrutture Pagani e dall’onorevole Ivano Miglioli, che ha sottolineato la mobilitazione delle istituzioni ed il contributo importante di diversi esponenti del Partito Democratico per la positiva soluzione della vicenda.Iniziati i lavori in via MorealiSono cominciati i lavori in viale Moreali, a Modena. Il cantiere sarà attivo per circa tre settimane e si svilupperà per fasi in modo da ridurre al minimo i disagi alla viabilità. L’intervento servirà a migliorare i tempi di percorrenza dei mezzi pubblici della linea 4 e prevede la realizzazione su viale Moreali, in direzione con Trento Trieste, di una corsia preferenziale per autobus, collocata al posto dell’attuale corsia riservata alla svolta a sinistra che non sarà più consentita. Per favorire il movimento contemporaneo di auto e mezzi pubblici sarà risagomata l’aiuola, verrà eliminato un tratto di parcheggi (3-4 posti auto) e spostato il palo del semaforo. Per facilitare la manovra di svolta dei bus è previsto un arretramento di circa 4 metri della linea di arresto dei veicoli su viale Trento Trieste in direzione della Vignolese.


Riproduzione riservata © 2017 TRC