in:

Stare vicino ad un animale può fare molto bene, in particolare ad anziani e disabili. Lo sanno bene le operatrici della cooperativa sociale Lune nuove di Campogalliano che da anni praticano la pet therapy.

L’amore incondizionato che può dare un animale, in particolare un cane, può rappresentare davvero un balsamo curativo. Per disabili, anziani, bambini con problemi comportamentali, ma non solo. Da anni la cooperativa Lunenuove di Campogalliano si occupa di specifiche terapie basate sull’interazione con gli animali. Annulamente segue circa 100 persone. Uno psichiatra infantile americano scoprì negli anni ’60 i benefici della compagnia degli animali e da lì si cominciò a parlare di Pet therapy. Prendersi cura di un animale può calmare l’ansia, trasmettere calore affettivo e aiutare a superare stress e depressione. Oggi questa pratica trova applicazione in molti settori socio-assistenziali, come case di riposo, ospedali, comunità di recupero. Se si parla di cani, le razze più adatte sono Golden e Labrador, ma sono molti gli animali con i quali si possono creare canali affettivi tali da farci superare blocchi relazionali e affettivi.


Riproduzione riservata © 2017 TRC