in:

Previsto per questa sera, ma rinviato di una settimana a causa del maltempo, il 12 agosto al centro fauna selvatica Il Pettirosso verranno liberate oltre 30 civette, cresciute insieme ai volontari e ora pronte a tornare a volare libere.

Torna la notte delle civette: giovedì 12 agosto, alle 21, oltre 30 esemplari saranno liberati davanti alla sede del centro fauna selvatica Il Pettirosso, di via Nonantolana 1217, a Modena. Tutti i volatili sono stati salvati nei mesi scorsi dai volontari, erano stati trovati in precarie condizioni di salute, spesso appena nati ma caduti dal nido, non autonomi. Sono stati rintracciati, a volte dai cittadini, in varie località della provincia. Al centro sono stati allevati e accuditi, ora sono cresciti e sono pronti per volare liberi. Quando possibile, verranno riportati nel luogo di provenienza, in modo che possano tornare vicino ai genitori. Tutte le civette che verranno liberate sono state inanellate per poter seguire i loro spostamenti. Ovviamente la libertà, all’inizio, continuerà ad essere seguita dai volontari per avere la certezza che tutto proceda bene. Il primo volo, un momento emozionante, potrà essere seguito dai cittadini, a qualcuno verrà anche chiesto di aprire le gabbiette dei volatili. Piero Milani, responsabile de Il Pettirosso, ricorda che questi sono animali notturni preziosissimi, si nutrono di topolini e cavallette, contribuendo a mantenere l’equilibrio naturale nelle campagne modenesi. Al centro, nei giorni scorsi, sono stati liberati anche i rondoni, alcune decine, gli ultimi esemplari degli oltre 200 che quest’anno hanno trovato cure e ospitalità nella struttura e che ora volano nuovamente nel cielo cittadino.


Riproduzione riservata © 2017 TRC