in:

Sono 109 i beni dello Stato che, in attuazione del federalismo demaniale, passeranno agli enti locali modenesi. Stamattina l’elenco completo è stato pubblicato sul sito online dell’Agenzia del Demanio.

Ci sono caserme, ex stazioni ferroviarie, ex poligoni di tiro, strade, scuole, magazzini, abitazioni agricole, fabbricati industriali, edifici parrocchiali, canali e terreni, in zone più o meno di pregio delle città. E’ lungo, ben 109 voci, l’elenco dei beni dello Stato che potranno essere trasferiti agli enti locali modenesi in base al federalismo demaniale. Ben 12mila in Italia per un valore stimato che supera i 3 miliardi di euro. Nell’elenco, pubblicato stamattina sul sito dell’Agenzia del demanio (www.agenziademanio.it), che sarà aggiornato ogni 15 giorni, non sono inseriti i beni storici e artistici da valorizzare con il coinvolgimento del ministero dei beni culturali e i parchi di competenza del ministero per l’ambiente, ma comunque si tratta di un patrimonio molto interessante. A Modena, ad esempio, i beni trasferibili al Comune sono 15. Tra questi l’ex Mondariso di viale Monte Kosica e l’ex Darsena di via Spaccini; un Magazzino sulla Panaria, il tirassegno alla Sacca e la cappella votiva di Stradello Soratore. Ma quasi tutti gli enti locali sono interessati a beni demaniali. Il Comune di Carpi potrà infatti finalmente entrare in possesso del terreno adiacente al Torrione degli spagnoli; Polinago avrà l’edificio della scuola materna parrocchiale; Finale Emilia tre case attigue alle chiese dell’Annunziata, del Rosario e della Buona morte; Marano i terreni alla Casona sulla sponda sinistra del Panaro. Passeranno agli enti locali anche tutte le piccole stazioni ferroviarie delle linee dismesse, come la Modena-Vignola e la Mirandola-Rolo. Beni da valorizzare per finalità sociali, ma anche per dare una sistemata ai traballanti bilanci comunali. La lista definitiva sarà inserita nei decreti della presidenza del Consiglio, previsti per la fine dell’anno. Da quel momento Comuni, Province e Regioni avranno 60 giorni di tempo per richiedere il bene.


Riproduzione riservata © 2017 TRC