in:

E’ il più numeroso in regione il gruppo di bambini bielorussi ospiti, per i mesi di luglio ed agosto, di oltre 50 famiglie di San Felice e Medolla.

Un numero in costante crescita. Sono 63, affiancati da 4 accompagnatori, i bambini bielorussi accolti in questi mesi estivi da famiglie di San Felice, Medolla e Modena, grazie al Comitato Progetto Famiglie Bimbi Bielorussi, in collaborazione con Anpas, Croce Blu, enti locali e qualche generoso sponsor, tra cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola. Provenienti tutti dai piccoli paesini di Nivki e Nicolaievka, nella regione di Gomel, la più colpita dal disastro della centrale nucleare ucraina di Chernobyl, in queste settimane di soggiorno nella bassa modenese i bambini vengono sottoposti ad una serie di controlli sanitari: ecografie alla tiroide, ma anche visite ortopediche, oculistiche e neurologiche. Per il resto, trascorrono le loro giornate tra giochi, feste, piscina e gite, costantemente seguiti da alcuni animatori. Come Mara, che si è appena laureata presentando una tesi dedicata proprio al progetto di accoglienza. A ripagare gli animatori e soprattutto le famiglie ospitanti sono i visi sorridenti di questi bambini, grati per l’accoglienza e l’assistenza che ricevono, nel corso dell’anno, direttamente nel loro paese.


Riproduzione riservata © 2017 TRC