in:

Bus senza aria condizionata o con finestrini che non funzionano: le lamentele raccolte dall’Unità operativa per la difesa del consumatore, che si dice pronta ad intraprendere un’azione di class action contro Atcm.

Ogni stagione climatica è contrassegnata da un tipo di disagio. In autunno e in inverno, il problema era rappresentato da un numero minore di corse rispetto alle necessità degli studenti. In estate, invece, il problema è rappresentato dalle alte temperature: troppo spesso, soprattutto nell’extraurbano, ci sono mezzi non dotati di aria condizionata o con l’impianto non funzionante, o addirittura mezzi con i finestrini che non possono essere abbassati. Sono di questo tenore le lamentele raccolte dall’Unità operativa per la difesa del consumatore del sindacato Unione Coltivatori italiani. Il sindacato attribuisce la colpa di tutto questo al nuovo sistema di cessione ai privati di azioni di aziende pubbliche con modalità che fanno sì che a pagare sia comunque sempre il pubblico e, in ultima analisi, il consumatore. L’associazione chiede di segnalare gli eventuali disagi al numero di telefono 059/473.18.52. Se ci saranno gli estremi dall’Uci provinciale si dicono pronti ad intraprendere un’azione di class action contro l’Atcm.


Riproduzione riservata © 2017 TRC