in:

L’approvazione del progetto definitivo della bretella Campogalliano – Sassuolo è inserito nell’ordine del giorno del Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, in programma giovedì 22 luglio.

L’approvazione del progetto definitivo della bretella Campogalliano – Sassuolo è inserito nell’ordine del giorno del Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, in programma giovedì 22 luglio. Ne dà notizia il sindaco di Sassuolo, Luca Caselli. “Ci auguriamo che all’approvazione possa seguire un rapido percorso di realizzazione di quest’opera che rimane indispensabile per poter dotare il nostro territorio delle giuste infrastrutture” ha commentato il primo cittadino. “Caselli vuole mettere il cappello su un lungo lavoro di concertazione fatto in questi anni dalla Regione con il Governo” così la consigliera regionale del Pd Palma Costi replica al sindaco di Sassuolo. “La Regione – conclude la Costi – non ha mai smesso di vigilare sulla questione”. “Soddisfatto per l’auspicabile approvazione dell’intera tratta della bretella attraverso il project financing” si è dichiarato il Presidente della Provincia Sabattini. Quote latte, Coldiretti contro i ‘furbetti’Anche una delegazione della Coldiretti di Modena sarà domani a Roma per la protesta sulla quote latte. Per la Coldiretti l’emendamento approvato in commissione bilancio del senato che proroga il pagamento delle rate delle multe ‘E’ solo un escamotage per allungare i termini di pagamento a chi non ha mai pagato le multe del latte’. ‘Non è più tollerabile quello cui stiamo assistendo in questi giorni – ha ribadito il presidente di Coldiretti Modena Maurizio Gianaroli – un’offesa non solo alla norme e agli impegni europei, ma anche al lavoro di decine di allevatori onesti che nel corso degli anni hanno pagato le eventuali produzioni eccedenti o si sono indebitati per acquistare le quote nel rispetto delle leggi’. Vigili del fuoco in sciopero domaniVigili del fuoco in sciopero, domani dalle 10 alle 14, per protestare contro il contratto scaduto da 30 mesi ed i nuovi tagli previsti dalla manovra finanziaria del Governo. L’agitazione è stato indetta da Cgil Cisl e Uil e ha visto l’adesione anche del sindacato autonomo Co.na.po. Domani alle 11, presso la sede centrale dei vigili del fuoco in via Formigina a Modena, suoneranno per un minuto le sirene degli automezzi in segno di protesta e di allarme per la situazione dei lavoratori del corpo.


Riproduzione riservata © 2017 TRC