in:

Sono oltre 460mila gli stranieri residenti in Emilia Romagna, il 10,5% della popolazione totale. La percentuale a Modena sale all’11,9%, ma è a Piacenza quella più alta, 12,6%.

Il primo gennaio 2010 gli stranieri regolarmente residenti in Emilia Romagna hanno superato quota 460mila. In realtà, l’aumento della presenza in regione di immigrati nel 2009 è stata minore rispetto agli anni passati, presentando però una novità: crescono, da qualche tempo, più le donne degli uomini. Modena, assieme a Bologna, continua ad essere una delle aree dove più spesso arrivano lavoratori stranieri, +6.300 persone nel 2009 sul territorio provinciale, +8mila nel bolognese. Ma è a Piacenza che si registra la percentuale più alta rispetto al totale della popolazione, 12,6%, seguita da Reggio Emilia, 12,3%, e Modena, 11,9%, mentre la media regionale si attesta sul 10,5%. L’età media regionale degli stranieri è 31 anni, vivono soprattutto in pianura, la provenienza è prevalentemente nord Africa o est Europa. Ma la sorpresa sono appunto le donne, arrivate ad essere il 50,7% del totale degli stranieri residenti.


Riproduzione riservata © 2017 TRC