in:

“Abbassiamo i prezzi per aiutare i modenesi a vivere meglio in questo difficile periodo di crisi economica e continueremo a farlo”. Coop Estense rilancia la sfida al mercato lanciata all’inizio dell’anno e replica a Conad e Esselunga, confutando le accuse e lanciando nuovi ribassi.

Ormai è uno scontro frontale a tutto campo, ma per una volta la battaglia dei prezzi è davvero tutta a vantaggio dei consumatori modenesi. Come noto, dall’inizio dell’anno Coop Estense ha lanciato una vera sfida al mercato, abbassando costantemente i prezzi di migliaia di prodotti, tanto che oggi la spesa negli iper e supermercati della cooperativa costa il 5% in meno rispetto al 2009. Una politica commerciale che sta costringendo anche i concorrenti ad adeguarsi, tanto che stamattina proprio Coop Estense ha rivelato come anche Famila, Esselunga, Le Clerc e Panorama di Sassuolo abbiano a loro volta ridotto i prezzi dall’inizio dell’anno. Un risultato salutato con favore da Coop Estense perché, ha spiegato il presidente Mario Zucchelli, l’obiettivo è di tutelare il potere di acquisto dei consumatori al di là dei negozi della cooperativa. “Un obiettivo – ha sottolineato Zucchelli – che Coop può perseguire con forza, e che continuerà a fare nei prossimi mesi abbassando ulteriormente i prezzi, perché il fine ultimo della cooperativa non è quello di garantire un utile agli azionisti o ai proprietari dei negozi, ma un risparmio concreto per gli oltre 260mila soci modenesi”. In un mercato, quello modenese, che vale quasi un miliardo e 900 milioni di euro, infatti, se l’azione della cooperativa portasse ad abbattere tutti i prezzi anche solo del 2% ai consumatori resterebbero 37 milioni in più. Non male in tempo di crisi. Ma, inevitabilmente, nella conferenza stampa convocata stamattina da Coop Estense, si è parlato anche delle piccate risposte di Esselunga e Nordiconad tese a negare il primato della cooperativa in fatto di convenienza. Argomentazioni giudicate da Zucchelli prive di valore e attendibilità e in alcuni casi addirittura false, a cominciare dalle rilevazioni della rivista Altroconsumo e di Federconsumatori Modena ritenute prive di valenza scientifica. L’attacco più forte è stato però riservato a Esselunga, che abbassa i prezzi solo a Modena in concorrenza a Coop Estense ma non fa altrettanto a Bologna e Parma, e Nordiconad, l’unica grande catena che – ha attaccato Zucchelli – ancora non lo sta facendo.


Riproduzione riservata © 2017 TRC