in:

Un appello per mantenere in vita quello che, per il patrimonio in esso contenuto, può essere considerato un vero e proprio monumento della città. A lanciarlo è il Presidente dell’Accademia nazionale di scienze, lettere e arti di Modena.

Un monumento rappresentativo di oltre tre secoli di cultura del territorio modenese. Stiamo parlando dell’Accademia Nazionale di scienze, lettere e arti di Modena, già Accademia dei Dissonanti. Nato nel 1683, l’Istituto culturale ha oggi sede nello splendido Palazzo Coccapani, in Corso Vittorio Emanuele II. Qui, l’Accademia svolge un prezioso servizio pubblico mettendo a disposizione degli studiosi il suo ricco patrimonio bibliografico ed archivistico ed organizzando sedute di studio e conferenze pubbliche. Un ruolo di conservazione di una tradizione culturale e di attiva partecipazione alla divulgazione della conoscenza messo a serio rischio dalla situazione di precarietà legata alla concessione di contributi occasionali e dal fatto che la manovra finanziaria del Governo ha messo in dubbio il contributo da parte del Ministero per i beni e le attività culturali.


Riproduzione riservata © 2017 TRC